Home Notizie dai Consorzi 2019, anno record per il riciclo del vetro secondo il rapporto Co.Re.Ve.

2019, anno record per il riciclo del vetro secondo il rapporto Co.Re.Ve.

CoReVe_raccolta_vetro

Il rapporto annuale di CoReVe – Consorzio Recupero Vetro incorona il vetro come l’imballaggio preferito dagli italiani. Le ragioni sono molteplici. Il vetro è un materiale caratterizzato dall’alta riciclabilità, inoltre i consumatori sono attratti da questo tipo di imballaggio nell’ottica di compiere scelte più consapevoli riguardo all’ambiente. I contenitori in vetro, infine, danno maggiori garanzie per quanto riguarda la sicurezza alimentare.

Nel 2019 il vetro differenziato è cresciuto del 6,7%

Secondo il rapporto, già prima dello scoppio dell’emer­genza sanitaria a causa della pandemia di SARS-CoV-2 era in atto una valorizzazione degli imballaggi in vetro da parte degli italiani, per quanto riguarda tutte le fasi della gestione in ottica circolare che riguardano il pro­dotto. Dal consumo, alla raccolta e al successivo riciclo a fine vita.

Nel 2019 gli italiani hanno separato il 6,7% di rifiuti d’im­ballaggio in vetro in più rispetto all’anno precedente, con un picco di eccellenza al Centro che ha registrato +11,3%, con 432mila tonnellate complessive di rotta­me di vetro raccolto. Anche se, con il costante aumento delle tonnellate recuperate, in concomitanza con la dif­fusione di sistemi di raccolta porta a porta, negli ultimi anni la qualità è costantemente peggiorata.

Per quanto riguarda il tasso di riciclo degli imballaggi il 2019 ha registrato un +3,6% rispetto all’anno preceden­te: dal 73,4% al 77%. Un risultato davvero notevole, con­siderando che il tetto del 75% è indicato dalle direttive europee come obiettivo comunitario per il tasso di rici­clo del vetro da raggiungere entro il 2030. I risultati sono stati possibili sia grazie all’aumento della quantità di materiale raccolto, ma anche grazie a un efficientamen­to degli impianti di trattamento che hanno diminuito la produzione di scarti, cioè il vetro perso tra la raccolta e il riciclo (-1,8% rispetto all’anno precedente).

In Italia si riusa anche la sabbia di vetro

“Gli italiani sono tra i cittadini più virtuosi d’Europa per quanto riguarda la raccolta differenziata del vetro e i dati contenuti nel nostro rapporto annuale lo confermano – afferma Gianni Scotti, presidente di CoReVe – Il riciclo del vetro, da sempre modello esemplare di economia circolare, evolve costantemente anche dal punto di vi­sta delle tecnologie impiegate e questo ci permette di incrementare le nostre performance. Basti pensare che in Italia, e solo in Italia, siamo in grado di utilizzare persi­no la ‘sabbia di vetro’, derivante dal recupero secondario degli scarti di processo, prodotti negli impianti di tratta­mento, come la ‘frazione fine’ e gli scarti vetrosi derivan­ti dalla selezione degli inquinanti presenti nella raccolta, come la ceramica”.

CoReVe, insieme ad Assovetro aderisce alla piattaforma europea “Close the Glass Loop” che intende aumentare la quantità e migliorare la qualità del vetro riciclato, per arrivare al 90% di raccolta entro il 2030. La piattaforma sarà presentata on line il 30 giugno.

CONDIVIDI