Home News dalle Aziende 3 semplici mosse per ridurre il costo totale di gestione di un...

3 semplici mosse per ridurre il costo totale di gestione di un escavatore

Il costo di gestione di un escavatore è molto più complesso rispetto al prezzo iniziale di acquisto. Infatti, anche il consumo di carburante, la manutenzione e il deprezzamento rivestono un ruolo importante. Considerando questi fattori e optando per una macchina ideale per mantenerli sotto controllo, i proprietari potranno ottenere un ritorno molto più elevato dell’investimento nei propri escavatori.

1. VARIARE LE MODALITÀ DI LAVORO E UTILIZZARE LA FUNZIONE DI RITORNO AUTOMATICO DEL MOTORE AL MINIMO

Spesso il fattore di costo più elevato di una macchina per costruzioni è rappresentato dal carburante. In alcuni mercati, può essere addirittura superiore a quello di manodopera, manutenzione o assicurativo. Di conseguenza, ridurre il consumo di carburante è fondamentale per ridurre anche i costi totali di manutenzione e del servizio.

Nel caso di un escavatore Volvo, ad esempio, gli operatori possono scegliere tra nove impostazioni differenti in quattro modalità di lavoro – Idle (I), Fine (F), General (G) e Heavy (H) – che consentono loro di ottimizzare la potenza della macchina, e di conseguenza il consumo di carburante, per le esigenze specifiche del lavoro.

Inoltre, gli escavatori Volvo sono dotati di una funzione di ritorno automatico del motore al minimo dopo un determinato tempo di inattività della macchina, che può essere impostato liberamente dall’operatore fra 3 e 20 secondi.

Sfruttando entrambe le funzionalità, gli operatori potranno contare sulla massima efficienza nei consumi del settore, contribuendo ad aumentare la redditività ed a proteggere l’ambiente.

Variare le modalità di lavoro

2. GESTIRE CON ATTENZIONE IL TEMPO DI FUNZIONAMENTO AL MINIMO

Secondo gli studi condotti internamente da Volvo CE, molti escavatori restano in funzione con il motore al minimo almeno per il 50% del tempo, consumando inutilmente il carburante, usurando i componenti e in generale dimostrandosi meno produttivi.

Connettendo le macchine a CareTrack, il sistema telematico di Volvo, e richiedendo un Insight Report, i proprietari possono verificare quanto tempo trascorrono al minimo gli escavatori e adottare quindi le misure necessarie per ridurre questa percentuale. Un obiettivo realistico sarebbe indicativamente il 25%.

I proprietari possono organizzare corsi di formazione specifici per gli operatori interessati o valutare insieme a Volvo CE il numero e la capacità delle proprie macchine in funzione delle tonnellate richieste all’ora o del costo unitario per tonnellata.

Inoltre, mantenendo sotto controllo il tempo di funzionamento al minimo, i proprietari possono ridurre i costi del carburante (e l’impatto sull’ambiente), i costi di manutenzione e deprezzamento.

Gestire con attenzione il tempo di funzionamento al minimo

3. ADOTTARE UN APPROCCIO PROATTIVO ALLA MANUTENZIONE

Connettendo le macchine, è possibile ridurre anche i costi di manutenzione. Infatti, anziché attendere che si verifichi un guasto per provvedere alla manutenzione o alla riparazione di un escavatore, con l’aiuto della propria concessionaria, i clienti possono monitorare in modo proattivo le condizioni di salute della macchina. In tal modo, possono individuare prontamente eventuali problemi e risolverli prima che possano portare a guasti lunghi e costosi.

Il nuovo servizio Active Care, disponibile presso le concessionarie selezionate di Volvo CE, consente a Volvo di monitorare in modo proattivo le condizioni delle macchine, lasciando agli operatori più tempo per dedicarsi alle proprie attività. Il servizio telematico intelligente comprende monitoraggio della salute, rapporti settimanali, notifiche in caso di allarme e pianificazione degli interventi di assistenza. Tutto ciò contribuisce ad aumentare i tempi di lavoro e a ridurre i costi per il cliente.

Adottare un approccio proattivo alla manutenzione

CONDIVIDI