Home Demolizioni Acciaierie, iniziate le demolizioni dei vecchi impianti

Acciaierie, iniziate le demolizioni dei vecchi impianti

Aferpi ha pubblicato il primo elenco dei lavori eseguiti e i cantieri in corso.

Aferpi ha pubblicato il piano di demolizione dei vecchi impianti industriali delle Acciaierie di Piombino. Si tratta di strutture che non potranno essere riutilizzate nel nuovo stabilimento con forno elettrico. Lavori attesi da tempo che danno il via al progetto di riqualificazione del sito industriale. A partire da novembre 2015 sono stati individuati 13 progetti di intervento, alcuni dei quali afferma Fareopi – sono stati recentemente portati a termine:

Area Treno Rotaie: all’interno del capannone TPP è stata rimossa la tubazione che consentiva l’approvvigionamento di gas di cokeria al treno rotaie. Oltre alla tubazione sono state rimosse le apparecchiature di corredo come valvole e guardie idrauliche;

Area cokeria: nei giorni scorsi si è conclusa la demolizione della torre di refrigerazione n. 1 e dei condotti adibiti alla distribuzione del gas all’interno dell’impianto. Nell’ambito dell’intervento è stata rimossa la tubazione che trasportava il gas coke dal gasometro della cokeria all’altoforno per una lunghezza complessiva di 1.800 metri;

Zona altoforno nell’ambito della messa in sicurezza dell’altoforno e di tutta l’area, è stato rimosso dal suo interno il materiale che era stato caricato durante le ultime produzioni, nello specifico coke e minerali ferrosi;

Zona Portovecchio: sono stati smontati i nastri “KC2 e KC3” che andavano dalla cokeria ai silos di stoccaggio situati in prossimità dell’altoforno per una lunghezza di 350 metri. La rimozione dei due nastri , tra l’altro, rientra in un piano di sicurezza condiviso con le Ferrovie Italiane, in quanto passavano sopra la linea ferroviaria Piombino – Campiglia.

A questi lavori conclusi, Aferpi spiega di aver assegnato gli ordini ( e sono in fase di completamento):

Demolizione scaricatore A: fuori esercizio da anni è situato nella zona del pontile Piombino Logistics. La sua demolizione, prevista tra gennaio e marzo 2017, richiederà,tra l’altro, l’utilizzo di attrezzature specifiche già utilizzate nell’ambito del recupero della nave da crociera Costa Concordia;

Gasometro Badoni: fuori esercizio dallo spegnimento della Cokeria, è oggi in fase di demolizione;

Smontaggio nastri K16 e K17: i due nastri situati nella zona Cokeria ad una altezza di 40 metri, alimentavano la torre di carica delle batterie 27 e 43 forni, per una lunghezza totale di 110 metri;

Area Cokeria: smontaggio della seconda delle due torri di estinzione, operazione necessaria per la messa in sicurezza dell’area circostante.

FONTELa Nazione
CONDIVIDI