Home Rifiuti Centri riutilizzo rifiuti, bando da 500 mila euro per enti locali

Centri riutilizzo rifiuti, bando da 500 mila euro per enti locali

Obiettivo ridurre la produzione, finanziabile sino al 70% spese

Claudia Terzi, assessore all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile di Regione Lombardia

Da ieri, e fino alle 12 del 22 settembre, Comuni, consorzi di Comuni, Unioni di comuni e Comunità Montane potranno partecipare al bando che assegna contributi agli enti pubblici per la realizzazione di Centri del riutilizzo dei rifiuti.

Abbiamo stanziato 500.000 euro a favore degli enti locali che intendono realizzare sul proprio territorio i cosiddetti Centri del riutilizzo o ampliare quelli esistenti, che contribuiscano alla riduzione della produzione di rifiuti urbani – ha detto l’assessore regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile, Claudia Terzi – un provvedimento che consentirà di finanziare la realizzazione di aree coperte o locali, che permettano di intercettare beni ancora in buono stato ed evitare così la produzione di rifiuti. L’obiettivo è quello di ridurre il numero dei rifiuti prodotti, costituire un servizio aggiuntivo per la cittadinanza e aumentare l’occupazione, anche di soggetti svantaggiati”.

Il bando prevede che i fondi siano attribuiti in base a punteggi tecnici che favoriscano i Centri del riutilizzo di migliore funzionalità, è finanziabile una percentuale delle spese ammissibili fino al 70 percento per un importo massimo, a fondo perduto, di 70.000 euro. I Centri del riutilizzo sono locali o aree coperte, in cui viene effettuata la consegna, il deposito e il prelievo di beni usati, che non siano rifiuti, caratterizzati dal fatto di essere in buono stato e che possano essere riutilizzati. “Negli scorsi anni – ha detto l’assessore Terzi – abbiamo emanato un provvedimento simile. Tutti i soldi stanziati sono stati assegnati e siamo riusciti a finanziare 39 centri di riutilizzo”.

FONTEaskanews.it
CONDIVIDI