Home News dalle Aziende EM-Power 2020: neutralità climatica nelle aziende

EM-Power 2020: neutralità climatica nelle aziende

Ridurre le emissioni di CO2, risparmiare energia e aumentare l’efficienza energetica: dal punto di vista ecologico si tratta di misure necessarie. Ma anche da un punto di vista economico questi fattori continuano ad acquisire rilevanza. Sempre più aziende, dalle piccole alle grandi, si assumono le proprie responsabilità per la protezione del clima globale. EM-Power, il salone specialistico dedicato allo sfruttamento energetico intelligente in industria ed edilizia, le aiuta a raggiungere la neutralità delle emissioni di CO2. Qui i visitatori possono conoscere prodotti e soluzioni che contribuiscono a ottimizzare l’impatto ambientale in maniera intersettoriale e a raggiungere la neutralità climatica. All’EM-Power Forum, inoltre, potranno approfondire l’approvvigionamento di elettricità da fonti rinnovabili, ad esempio attraverso i Power Purchase Agreement (“PPA”). EM-Power si svolgerà a Monaco di Baviera dal 17 al 19 giugno 2020, insieme ad altre tre fiere dedicate a tematiche energetiche nell’ambito di The smarter E Europe, la più grande piattaforma europea per il settore dell’energia.

Da Ikea a Unilever, da Mars a Budweiser: l’iniziativa globale RE100 riunisce i marchi più influenti al mondo. Tutti si sono impegnati a raggiungere un utilizzo di energia rinnovabile al 100 per cento in tutti i settori di attività entro il 2050 e a lavorare per un futuro privo di emissioni di CO2. Più di 200 grandi aziende hanno aderito insieme a loro all’iniziativa, tra cui la società di software Adobe, la casa automobilistica e motociclistica tedesca BMW e la più grande società di servizi bancari e finanziari del mondo HSBC. Avvalersi di energie rinnovabili porta benefici a livello di immagine e permette anche di risparmiare sui costi delle fonti energetiche convenzionali.

Questa motivazione è evidente nell’attuale sviluppo del mercato solare: secondo SolarPower Europe la percentuale di aziende europee che utilizzano energie rinnovabili è aumentata rapidamente negli ultimi anni. Da quanto emerge dai dati dell’associazione dell’industria solare, negli ultimi cinque anni le aziende hanno firmato contratti per la fornitura di energia elettrica a lungo termine (Power Purchase Agreement o, abbreviato, PPA) per una potenza di 7,5 gigawatt. Solo quest’anno sono già stati raggiunti accordi per oltre 1,6 gigawatt. La quota di acquisizione di siti commerciali e industriali dello scorso anno è stata di 3,4 gigawatt. La parola d’ordine del momento è “corporate sourcing”. Un concetto che comprende, tra le altre cose, l’impegno delle aziende a ridurre la propria impronta di CO2 e a convertirsi alle energie rinnovabili. L’associazione si aspetta un’ulteriore sviluppo positivo.

Imprese verso un nuovo scenario energetico

Le aziende leader nel settore solare rispondono a questo sviluppo e stanno offrendo soluzioni complete per attività commerciali e industriali. Ad esempio BayWa r.e. ha già convertito all’autoconsumo solare due filiali di supermercati tedeschi. Anche il gruppo immobiliare globale Goodman riconosce i vantaggi del fotovoltaico. Ha fatto installare a BayWa r.e. moduli solari su tre grandi centri logistici nella Germania meridionale e nei Paesi Bassi. Con questi progetti Goodman offre ai propri clienti l’opportunità di ridurre significativamente il proprio impatto ambientale attraverso l’uso di energia rinnovabile. Nell’ambito della sua strategia di sostenibilità Goodman ha inserito tra le sue offerte anche edifici a zero emissioni di CO2.

La transizione energetica è un obiettivo già raggiunto dall’azienda di ingegneria meccanica ESM Energie-und Schwingungstechnik di Heppenheim in Assia. La sua produzione è stata definita all’insegna dell’efficienza energetica, i suoi edifici per uffici e stabilimenti sono costruiti secondo gli standard casa passiva e l’elettricità è autogenerata grazie a energia geotermica, solare ed eolica. Inoltre l’azienda punta sull’elettromobilità e coinvolge anche i propri fornitori per garantire una produzione il più possibile rispettosa del clima.

Opportunità dell’intersettorialità

Trent’anni fa furono soprattutto i privati ad aumentare la produzione di energia solare installando impianti fotovoltaici. Oggi anche un numero sempre maggiore di aziende riconosce le opportunità offerte dall’energia elettrica autoprodotta da fonti rinnovabili, sia per alimentare le proprie attività con elettricità più conveniente ed ecologica ma anche per rendere i processi di produzione neutrali in termini di emissioni di CO2.

In particolare per le aziende che hanno bisogno sia di elettricità che di calore e che dipendono dalla mobilità, si aprono molte opportunità offerte dall’intersettorialità. Ad esempio possono generare in modo efficiente sia energia elettrica che termica con impianti di cogenerazione, riutilizzare il calore di scarto degli impianti di produzione o sfruttare l’energia solare del proprio tetto per il funzionamento delle attrezzature elettriche ma anche per ricaricare i veicoli elettrici.

EM-Power 2020: il luogo d’incontro ideale per il corporate sourcing

EM-Power, il salone specialistico dedicato allo sfruttamento energetico intelligente in industria ed edilizia, affianca le aziende che perseguono la neutralità delle emissioni di CO2, mostrando le opportunità e le potenzialità del corporate sourcing. Darà spazio ad esempi di intersettorialità nell’industria e presenterà prodotti che permettono alle aziende di convertire i propri processi alle energie rinnovabili. Inoltre l’EM-Power Forum dedicherà al corporate sourcing una sessione separata con interventi sul tema. I visitatori della fiera a Monaco di Baviera potranno scoprire tutto quanto c’è da sapere su come le aziende possono soddisfare le richieste di clienti e investitori per una maggiore sostenibilità in futuro e come possono mantenere le emissioni di CO2 il più basse possibile.

In sinergia con le altre tre concomitanti fiere specializzate nelle tematiche energetiche (Intersolar Europe, ees Europe e Power2Drive Europe), che presentano tutte le sfaccettature del nuovo mondo dell’energia, The smarter E Europe si propone come la piattaforma del settore energetico più grande d’Europa e il punto di riferimento per le realtà intenzionate a raggiungere la neutralità climatica.

EM-Power e le manifestazioni concomitanti si terranno presso Messe München dal 17 al 19 giugno 2020 sotto l’egida della piattaforma per l’innovazione The smarter E Europe.

Per maggiori informazioni consultare i siti web:
www.em-power.eu
www.TheSmarterE.de

CONDIVIDI