Home News dalle Aziende La plastica ha i giorni contati al Porto Antico di Genova

La plastica ha i giorni contati al Porto Antico di Genova

Prende il via da Porto Antico il progetto “Plastic Free” per la riduzione della plastica monouso. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Iren e Culligan per l’installazione di distributori di acqua a Km0 negli esercizi commerciali e nei punti ristoro dell’area. L’annuncio questa mattina in occasione dell’inaugurazione della mostra ‘Planet Vs. Plastic’ firmata dal fotografo di fama internazionale Randy Olson

Addio alla plastica per il Porto Antico di Genova. È stato presentato questa mattina, alla presenza dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Genova Matteo Campora, del Direttore della Porto Antico di Genova Spa Alberto Cappato, dell’Amministratore Delegato di Iren Mercato Gianluca Bufo e dell’esploratore italiano Alex Bellini, il Progetto “Plastic Free”. L’iniziativa, mirata alla riduzione del consumo di plastica monouso, nasce dall’alleanza tra Porto Antico e Iren per la fornitura di soluzioni per l’utilizzo dell’acqua di rete.

“Plastic Free” sancisce l’impegno di Porto Antico di Genova in un percorso di sensibilizzazione verso il pubblico e gli esercizi commerciali, all’interno delle proprie aree di pertinenza, per un cambiamento in chiave ecologica delle abitudini di consumo dell’acqua, anticipando l’applicazione della nuova direttiva europea 2021.

A partire dal 24 maggio, in occasione della 15esima edizione della Festa dello Sport, i primi esercizi commerciali e punti di ristorazione di Porto Antico che hanno aderito all’iniziativa saranno dotati di distributori di acqua gassata e/o refrigerata forniti da Culligan, azienda di riferimento a livello internazionale nel settore del trattamento dell’acqua, grazie a cui sarà possibile riempire comodamente le nuove borracce in acciaio griffate Porto Antico, che saranno acquistabili presso gli esercizi commerciali dell’area e presso La città dei bambini e dei ragazzi..

Apripista del progetto, Eataly, che ha fin da subito accolto con favore l’iniziativa introducendo al suo interno i distributori d’acqua, e l’Acquario di Genova, fortemente impegnato a contrastare i danni che l’inquinamento da plastica causa al mondo animale e marino.

Garante della qualità dell’acqua distribuita, il Gruppo Iren che effettua quotidianamente migliaia di controlli su impianti e reti degli acquedotti genovesi, il cui livello di sicurezza è già di per sé elevato provenendo da invasi montani senza attività antropiche nelle vicinanze.

Per la messa a punto del progetto, Iren ha coinvolto come partner commerciale Culligan per la fornitura delle migliori soluzioni da proporre agli esercenti: impianti “su misura” per l’erogazione di acqua fresca o a temperatura ambiente, liscia o gassata, adatta ad ogni gusto e necessità, in grado di migliorare ulteriormente il sapore grazie ai filtri a carbone di cui sono dotati.

Con questa iniziativa, i visitatori di Porto Antico scopriranno i benefici di un’acqua di qualità a Km0, priva di qualsiasi packaging: una soluzione “Plastic Free” che riduce la quantità di mezzi di trasporto presente sulle strade, la produzione di plastica (-1.500 kg in un anno), le emissioni di anidride carbonica (-6.000 kg in un anno) e l’utilizzo di carburante (- 3.000 kg).

Il Progetto è stato presentato in occasione dell’inaugurazione della mostra fotografica ‘Planet Vs. Plastic. Un pianeta straordinario tra bellezza e abusi’ in programma fino al 30 giugno a Porta Siberia, che fornisce un utile ed emozionante contributo alla riflessione sull’impatto della plastica sull’ambiente ed in particolare sul nostro mare.

Basata sulle immagini realizzate dal fotografo di fama internazionale Randy Olson, che con il suo recente lavoro per National Geographic ha documentato l’impatto ambientale delle materie plastiche, sul Pianeta e sull’uomo, Planet vs Plastic è il racconto del delicato equilibrio e della straordinaria bellezza del nostro Pianeta, oggi più che mai impegnato nell’ardua lotta di resistenza contro l’inquinamento.

Presenza di spicco alla conferenza stampa l’esploratore in solitaria Alex Bellini, che con il suo progetto “10 rivers 1 ocean” è impegnato nella navigazione dei 10 fiumi più inquinati al mondo dalla plastica per favorire un nuovo senso di comprensione e rispetto per l’ecosistema più minacciato e delicato: quello dei corsi d’acqua. Infatti, la velocità con cui immettiamo la plastica negli oceani farà sì che entro il 2050 essa peserà più di tutti gli animali che li popolano.

“L’iniziativa che presentiamo oggi si inserisce in un più ampio contesto di interventi finalizzati alla sostenibilità – ha dichiarato Alberto Cappato, Direttore di Porto Antico S.p.A. – come ad esempio l’impianto fotovoltaico che ha prodotto oltre 800 mila Kwh dal 2016, l’efficientamento degli impianti di riscaldamento e raffrescamento degli edifici, l’elettrificazione delle banchine e le stazioni di ricarica auto elettriche che fanno del Porto Antico un vero e proprio smart port grazie anche ad innovative applicazioni IOT per il controllo in tempo reale dei consumi dell’area. L’obiettivo di ridurre progressivamente l’utilizzo di plastica monouso è ambizioso, ma si inserisce in una tendenza ormai consolidata che una realtà come Porto Antico non poteva non fare propria”.

“Abbiamo accolto fin da subito con grande entusiasmo – afferma Gianluca Bufo, AD di Iren Mercato – il progetto di Porto Antico Spa, abbracciando pienamente come azienda la filosofia green di riduzione dei rifiuti, e soprattutto proponendo l’ottima acqua dei nostri acquedotti come alternativa sostenibile di consumo rispetto alle acque in commercio. Grazie alle soluzioni tecnologiche messe a disposizione dal nostro partner Culligan, gli esercizi commerciali dell’area potranno offrire ai propri clienti tutte le alternative di consumo: acqua lisca e gassata, refrigerata o a temperatura ambiente.”

“La partnership con Iren e Porto Antico rientra in un progetto più ampio intrapreso da Culligan: la Plastic-Free Water Initiative che mira a sensibilizzare aziende, PA, organizzazioni e cittadini a un consumo più consapevole e sostenibile dell’acqua contro l’inquinamento da plastica,” afferma Giulio Giampieri, Direttore Generale di Culligan, “Siamo felici di collaborare a un progetto di così ampia portata che coinvolge in modo sinergico soggetti diversi uniti da un comune obiettivo: azzerare l’utilizzo di plastica monouso e ridurre il proprio impatto ambientale con gesti concreti di grande valore”.

Informazioni utili sulla mostra fotografica Planet Vs. Plastic a Porta Siberia.

Ideata e prodotta da Bluocean s.r.l., in collaborazione con TekSea e IREN, Planet Vs. Plastic si svolgerà dal 21 maggio al 30 giugno negli spazi della fortezza di Porta Siberia, nel cuore del Porto Antico di Genova.

La mostra sarà aperta tutti i giorni, dalle 10:30 alle 18:30 (sabato e domenica fino alle 20:00), l’ingresso costa 5,00 euro (biglietto unico). Nei giorni 1 e 2 giugno sarà parte di FOCUS LIVE (con ingresso riservato ai possessori di biglietto valido per FOCUS LIVE).

CONDIVIDI