Home News dalle Aziende L’aggiornamento della cabina del JCB Hydradig incrementa la visibilità anteriore

L’aggiornamento della cabina del JCB Hydradig incrementa la visibilità anteriore

JCB ha ottimizzato la cabina dell’innovativo porta-attrezzi gommato Hydradig 110W per migliorare l’esperienza dell’operatore, aumentare la produttività e ridurre ulteriormente i costi di gestione. La parte anteriore della cabina è stata riprogettata con un aumento di 106 mm nella parte superiore del parabrezza, portando a una suddivisione 63/37 il rapporto fra vetro superiore e inferiore. Ciò offre una migliore visibilità anteriore in linea con la vasta gamma di attrezzature utilizzate dai clienti con Hydradig e le svariate applicazioni per le quali vengono impiegate le macchine.

Spostando la linea mediana, JCB ha anche trasformato i pannelli del parabrezza da curvi a piatti, riducendo i costi di sostituzione per i clienti. Il motore del tergicristallo viene spostato sulla cornice inferiore del parabrezza, per una migliore visibilità durante i trasferimenti su strada e per offrire una pulizia più ampia sul vetro. È possibile ordinare un secondo braccio tergicristallo opzionale per coprire il pannello vetrato inferiore.

Con il motore del tergicristallo trasferito dalla parte superiore del pannello, a quella inferiore e l’altezza aggiuntiva del vetro, è stata fortemente migliorata la visuale in avanti, in particolare per le operazioni di sollevamento.

Nell’ottica del miglioramento della cabina, JCB ha introdotto una porta della cabina con finestrino scorrevole di serie, per una migliore ventilazione e per consentire di comunicare con il personale da terra. Sarà disponibile anche un finestrino scorrevole opzionale sul lato destro per i clienti che desiderano questa caratteristica. Gli operatori apprezzeranno anche l’adozione di un interruttore di arresto/avvio standard per il motore e il maggiore spazio disponibile per i documenti all’interno della cabina.

JCB ha reso il suo sistema idraulico intelligente parte della dotazione di serie su Hydradig 110W, permettendo così agli operatori di programmare la risposta dalle leve servocomandate in base alle loro esigenze individuali. Il sistema può essere installato sulle macchine esistenti tramite un semplice aggiornamento del software.

CONDIVIDI