Home Speciale automazione SPS Italia 2019: l’innovative-Automation di Omron ha mostrato l’armonia tra esseri umani...

SPS Italia 2019: l’innovative-Automation di Omron ha mostrato l’armonia tra esseri umani e macchine

Omron ha presentato a SPS le più recenti soluzioni di robotica 

Dal 28 al 30 maggio si tè tenuta la nona edizione di SPS Italia, la fiera per l’industria intelligente, digitale e flessibile riconosciuta come punto di riferimento per il comparto manifatturiero italiano, e organizzata da Messe Frankfurt Italia. Nata nel 2011, la Fiera è l’appuntamento annuale per confrontarsi sui temi più sfidanti dell’industria di domani anche per Omron, azienda leader nel campo dell’automazione industriale, che in questa sede ha presentato il concetto di “innovative-Automation!”, che offre un approccio olistico per le linee di produzione flessibili del futuro, e i propri sistemi di automazione industriale intelligenti, integrati e interattivi, tra cui robot intelligenti quali Forpheus e soluzioni di intelligenza artificiale, con prestazioni ineguagliabili in termini di efficienza e flessibilità.

Tra le varie novità spicca la nuova versione di Forpheus *, il robot di Omron di quinta generazione dotato di IA e in grado di allenare a giocare a ping-pong, che è stato mostrato in Italia per la prima volta. Forpheus è la rappresentazione interattiva delle migliori tecnologie integrate di Omron, dal rilevamento al controllo, passando per l’intelligenza artificiale, l’apprendimento delle macchine e la robotica.

Con questo aggiornamento, il robot dispone di una gamma più ampia di movimenti, di maggiori abilità di previsione dei comportamenti umani, di rilevamento dei movimenti della pallina e di addestramento personalizzato basato sull’IA. Forpheus dimostra come le macchine intelligenti possono imparare dalle interazioni con gli esseri umani e contribuire allo sviluppo e al supporto del potenziale umano.

Allo stand Omron, i visitatori hanno partecipato alla dimostrazione di una linea di produzione flessibile e osservato così un intero processo di produzione: dall’inserimento dell’ordine fino all’assemblaggio, all’ispezione e alla consegna. La combinazione tra controllo di precisione e robot mobili e collaborativi consente di raggiungere i livelli più alti di flessibilità nella linea di produzione, al fine di soddisfare le richieste dei clienti relative alla maggior personalizzazione, senza dover riconfigurare una linea.

Con questa dimostrazione, Omron illustra l’integrazione verticale e orizzontale delle sue principali tecnologie nel campo del rilevamento, della sicurezza, del motion control, della robotica e del controllo, basate su standard aperti. Innovative-Automation! fornisce una sinergia tra le comprovate competenze di Omron nel campo delle tecnologie Sensing & Control + Think, che aiutano i produttori a ottimizzare i prodotti personalizzati grazie alla produzione flessibile, a migliorare l’efficienza globale delle apparecchiature (OEE) e a raggiungere i massimi livelli di sicurezza e qualità.

A SPS il District 4.0 ha messo in mostra progetti legati alle aree di rinnovamento del settore manifatturiero attraverso le nuove tecnologie e la digitalizzazione dei processi. Allo Stand Omron C025 del District 4.1 Omron ha esposto progetti legati alle aree di rinnovamento del settore manifatturiero attraverso le nuove tecnologie e la digitalizzazione dei processi:

• la soluzione robotica di bin picking (prelievo di pezzi da contenitori) che associa un TM collaborative robot, un robot mobile LD e la visione 3D

• e, per la prima volta al mondo Generali Jeniot ha presentato la demo di JADA (Jeniot Accelerometer-Based Devices Assessor), una cella robotizzata fornita di un robot Delta Omron in grado di testare l’affidabilità delle scatole nere per auto, muovendo tali dispositivi come se fossero all’interno di una vettura che subisce un impatto, senza la necessità di svolgere un crash test distruttivo con veicoli.

Al District 4 allo stand Oracle A015 Omron ha portato una demo live sviluppata in collaborazione con Oracle dedicata alla Smart Connected Factory. Il nuovissimo Omron TM cobot, dotato di un sistema di visione di ultima generazione, ha eseguito una serie di task complessi, sotto la guida umana o in completa autonomia. Tutte le informazioni che riguardano il suo funzionamento sono state monitorate real-time dalle Cloud Application di Oracle, permettendo così di gestire tutte le istanze legate al suo perfetto funzionamento, in linea con gli standard qualitativi e quantitativi richiesti. Con questa applicazione, Omron e Oracle dimostrano la totale integrazione tra la piattaforma IT ed OT.

* Forpheus deriva da “Future Omron Robotics technology for Exploring Possibility of Harmonized aUtomation with Sinic theoretics”, un termine che incarna le tecnologie robotizzate di Omron che sono basate sulla sua teoria delle previsioni future – “Sinic theoretics” (Seed-Innovation to Need-Impetus Cyclic Evolution). Forpheus è anche la combinazione di “For” e “Orpheus” (Orfeo, personaggio della mitologia greca che incarna i valori eterni dell’arte ed è il simbolo della creatività umana), che rappresenta l’attitudine di Omron a far emergere la creatività e le possibilità umane.

Quale azienda leader nell’automazione industriale, Omron dispone di un’ampia gamma di componenti e apparecchiature di controllo, dai sensori per l’elaborazione delle immagini e altri dispositivi di ingresso fino a differenti controllori e dispositivi di uscita come i servomotori, nonché una gamma di dispositivi di sicurezza e robot industriali. Combinando tra loro questi dispositivi tramite software, Omron ha sviluppato un’ampia gamma di soluzioni di automazione uniche ed estremamente efficienti per i produttori di tutto il mondo. Basandosi sulle sue avanzate tecnologie e sulla sua gamma completa di dispositivi, Omron ha sviluppato un concept strategico definito “innovativeAutomation!”.
Tre i, legate all’innovazione:

• integrazione – evoluzione del controllo;

• intelligenza – sviluppo di intelligenza nel settore ICT;

• Integrazione – nuova armonizzazione tra uomo e macchina.

CONDIVIDI