Home Bonifiche Turismo, bonifiche e viabilità: i temi a Brescia

Turismo, bonifiche e viabilità: i temi a Brescia

Sono giorni e ore intense quelli intorno a martedì 13 novembre per la politica bresciana cittadina che si muove tra turismo, ambiente e alcuni disagi di viabilità. Dal punto di vista del settore turistico, ieri, lunedì, si è svolto un Consiglio comunale in cui è stata approvata la tassa di soggiorno per quelli che saranno a Brescia almeno una notte. Mentre le strutture ricettive aumentano, soprattutto quelle di bed and breakfast, dal 1° aprile 2019 sarà introdotto anche il balzello. 2 euro a notte per chi trascorre il periodo in un hotel a 4 e 5 stelle, 1,5 euro in un tre stelle e 1 euro in tutti gli altri. Tuttavia, non tutti sono d’accordo con questa misura, mentre la Loggia è sicura di incassare fino a 700 mila euro all’anno con cui incentivare la comunicazione e la promozione, ma anche la lotta all’abusivismo.

Sul fronte ambientale, invece, il sindaco Emilio Del Bono ha annunciato il via alle operazioni di bonifica del parco Parenzo sud-ovest e del Campo Calvesi. Al Parenzo, che confina con il Deledda-Calvino, si parla di 5.300 metri quadrati che da lunedì 19 novembre saranno interessati dai lavori per 210 giorni e un importo di 1,2 milioni di euro. Due anni di lavori, invece, al Calvesi per pulire i 23 mila metri quadrati e riabilitare il campo di atletica dal 2021. Di fatto, esclusa la Caffaro, saranno gli ultimi due interventi di bonifica insieme a quelli ancora in corso. A proposito del sito di interesse nazionale, invece, il primo cittadino parla della necessità di 35 milioni di euro da aggiungerne ad altri 35 già presenti per mettere in campo il recupero e la bonifica. E a livello di discariche, nel frattempo, alla Camera dei Deputati è stata presentata e sarà discussa una mozione firmata da alcuni componenti di LeU-PD per chiedere una moratoria di 5 anni sul blocco delle autorizzazioni e su nuove discariche.

Anche perché, come emerso, Brescia ha interrato nelle sue discariche nel 2016 un quinto dei rifiuti speciali in Italia. E di questo e molto altro a livello ambientale si potrà parlare martedì prossimo 20 novembre quando all’istituto Abba di via Tirandi, in città, è atteso il ministro dell’Ambiente Sergio Costa. Infine, a livello di viabilità si segnalano atteggiamenti sbagliati da parte dei numerosi automobilisti che parcheggiano, negli orari scolastici, sulle piste ciclabili di via Zadei e Montesuello. Una situazione contestata dai ciclisti e il cui attacco ha raggiunto anche il sindaco Del Bono. Si è parlato durante il Consiglio comunale in cui è emerso come in due anni siano state rimosse 101 auto in sosta sulle ciclabili e 765 multe scattate nel 2017.

FONTEquiBrescia.it
CONDIVIDI