Home Convegni VENICE SYMPOSIUM 2018

VENICE SYMPOSIUM 2018

VENEZIA, 15 – 18 OTTOBRE 2018
Scuola Grande di San Giovanni Evangelista – San Polo, 2454, Venezia

La produzione di energia da fonti alternative e il suo impatto sul cambiamento climatico sono tra i principali strumenti strategici impilicati nello sviluppo sostenibile della nostra società. Numerosi generi di biomassa e rifiuti contribuiscono alla produzione di energia e alla riduzione dell’uso di combustibili fossili attraverso processi biologici, chimici e termali. Le tecnologie esistenti relative alla biomassa e allo spreco di energia stannoal momento in rapido sviluppo.

Il proposito di Venice Symposium 2018 è quello di focalizzarsi sui progressi compiuti nell’applicazione delle tecnologie per il recupero dell’energia dalla biomassa e dai rifiuti e di incoraggiare la discussione in questi ambiti. All’edizione passata del Symposium, tenutasi nel 2016, hanno partecipato oltre 500 scienziati e operatori da circa 57 differenti paesi.

La settima edizione del Symposium includerà:

  • Tre giorni di presentazioni scientifiche;
  • Un giorno di visite tecniche guidate presso impianti biochimici e termochimici;
  • Sei sessioni orali parallele, sessioni espositive e una mostra di aziende che lavorano nel campo;

Si prevede la partecipazione di più di 600 delegati da dieci diversi paesi provenienti da tutto il mondo

Il convegno si terrà nell’eminente centro di incontro della Scuola Grande di San Giovanni Evangelista, riconosciuto a livello internazionale come una delle sedi congressuali più rilevanti a Venezia. Verranno offerte condizioni vantaggiose alle aziende che desiderano mostrare la loro esperienza pratica e le tecnologie innovative. Le opportunità di incontro saranno inoltre create per favorire la cooperazione tra quelle coinvolte nella produzione industriale e nel riciclo dei materiali.

Il Symposium è organizzato dall’International Waste Working Group e dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Venezia con il supporto scientifico delle università di Padova, Hokkaido, Queenslandm Rostock, Trento, Tsinghua e L’università della tecnologia di Amburgo.

CONDIVIDI