Home News dalle Aziende World Efficiency Solutions, l’acceleratore della crescita green

World Efficiency Solutions, l’acceleratore della crescita green

COP23 a Bonn a novembre, Summit delle città impegnate per il clima a Chicago i giorni 4 e 5 dicembre,Climate Finance Day l’11 dicembre e Summit sul Clima a Parigi il 12 dicembre: il clima e la crescita verde sono al posto d’onore in questa fine d’anno 2017. Primo appuntamento internazionale interamente dedicato all’economia a basso impatto ambientale, World Efficiency Solutions propone dal 12 al 14 dicembre in parallelo al Summit sul Clima un programma che contribuisce allo sviluppo delle soluzioni in questi campi per una messa in relazione senza precedenti dei diversi attori coinvolti: città, aziende di tutte le dimensioni, società d’ingegneria o di consulenza, istituzioni/ONG, organizzazioni professionali, enti di ricerca, ecc. Vero e proprio luogo di condivisione, matchmaking ed esposizione di soluzioni concrete, World Efficiency Solutions beneficia dell’alto patronato del presidente della Repubblica Emmanuel Macron e del supporto del ministro della Transizioneecologica e solidale Nicolas Hulot per il suo ruolo a favore della realizzazione di azioni che riducano l’impatto delle attività economiche sulle risorse e il clima.

Progetti, innovazioni e interazioni al centro del dispositivo
Nella sua ottica di sviluppo del mercato, World Efficiency Solutions presenta numerosi progetti in corso e un panel di soluzioni innovative che permettono di rispondere al meglio in vari settori: infrastrutture, edilizia, trasporti, agro-alimentare e acqua. Le tematiche legate alla finanza saranno affrontate durante tutto l’evento. Tra i progetti già in programma: quello della Société del Grand Paris (« Innovation Express ») che riguarda il commercio e i servizi di prossimità, la mobilità attorno ai cantieri. Altri progetti sono più orientati al trasporto pubblico (ex. :MMspaa Milano) o ancora alla preservazione della biodiversità lungo il corso di un fiume (Cundinamarca in Colombia). Da segnalare inoltre una decina di progetti proposti da attori provenienti da Africa, Asia e America latinapresenti su uno spazio « Progetti dal Sud ». Nell’insieme dei progetti, le esigenze puntano sui finanziamenti, la consulenza, l’esperienza e la formazione nonché sulle attrezzature e le tecnologie.

Elemento chiave della trasformazionein corso della nostra economia, l’innovazione è particolarmente valorizzata a World Efficiency Solutions, che sia tecnologica, metodologica, organizzativa o altro. È d’altronde oggetto del nuovo programma WEBoost che riunisce l’insieme delle animazioni e degli spazi dedicati. Così, nel programma animazioni, la Vetrina dell’Innovazione valorizzerà le soluzioni innovative dal forte potenziale di mercato presentate da partecipanti di tutti i paesi. E saranno svelati i laureati di vari premi e concorsi: Premio Aziende e Ambiente del ministero della Transizione ecologica e solidale; My Positive Impact della Fondazione per la Natura e l’Uomo e de l’UNCPIE. Per quanto riguarda l’esposizione, numerosi padiglioni accoglieranno startups provenienti da tutto il mondo (Hub Innovazione del ministero della Transizione ecologica e solidale, Paris Region Entreprises, CEA, Club Ademe International). E uno spazio specifico, il « CUB » di WE composto da un pitch ring permetterà a queste giovani aziende di presentare le loro soluzioni innovative, contribuendo così ad incrementare la loro visibilità. La valorizzazione delle startups ha come obiettivo di dimostrare che, per la loro flessibilità e adattabilità, le startup hanno un ruolo fondamentale nello sviluppo del mercato delle soluzioni a basso impatto ambientale. In questo senso, World Efficiency si posiziona come un “booster” per assicurare una distribuzione sul mercato immediata. Infine sarà dedicato un posto d’onore all’innovazione anche sugli altri spazi dell’esposizione e nell’ambito delle delegazioni di aziende cleantech e greentech attese da tutte le regioni del mondo : Brasile, Vietnam, Israele, Germania, Belgio, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Regno Unito…

La crescita verde che punta principalmente su un’economia a basso impatto ambientale è oggi una realtà. Ma passare a un’economia circolare a basso impatto ambientale implica delle modifiche importanti nel nostro modo di lavorare, condividere e collaborare. Per la sua vocazione primaria di creare relazioni, World Efficiency facilita le interazioni a tutti i livelli. Oltre alla piattaforma on line WEConnect, i tre giorni dell’evento di dicembre offriranno numerose opportunità d’interazioni. È il caso per esempio di CiBix – City-Business Accelerators, nuovi appuntamenti d’affari interamentededicati alle città, organizzati in partnership con ICLEI-Local Governments for Sustainability. In questo contesto è già annunciata la presenza di un rappresentante di Belo Horizonte che esporrà le esigenze della città in tema di nuova mobilità. Un altro CiBixin corso di finalizzazione sarà dedicato all’auto consumo nelle collettività. In parallelo, associazioni di sindaci di numerosi paesi tra cui Cile, Colombia e Grecia hanno già manifestato il loro interesse di incontrare a World Efficiency Solutions i loro omologhi provenienti da altri paesi.

Così, dal 12 al 14 dicembre, World Efficiency Solutions rappresenterà un luogo unico di incontri tra gli attori di tutti i settori coinvolti per un’economia a basso impatto ambientale. Sono attesi circa 10 000 partecipantiper sviluppare le interazioni che contribuiscono ad accelerare la crescita verde !

Elenco delle istituzioni partner di World Efficiency Solutions

ADEME, Advancity, Alliance HQE-GBC, AgoriaenergyTechnology, Association Bilan Carbone, Assolombarda, ASTEE, ATEE-Association Technique Energie Environnement, Biogaz Vallée, BRGM, Business France, C40, C3D-Collège des Directeurs du Développement Durable, CDP-Carbon Disclosure Project, CEA, CINOV, Cleantech Open France, Cleantuesday, Club Ademe International, Construction21, DENA German Energy Agency, Enterprise Ireland, Global Infrastructure Basel, IFC World Bank Group, FEDEREC, FEE-France Energie Eolienne, FNH – Fondation pour la Nature et l’Homme, GTAI-Germany Trade & Invest, ICLEI-Local Governments for Sustainability, Institut de l’économie circulaire, ICC-International Chamber of Commerce, IPEEC-International Partnership for Energy EfficiencyCooperation, Italian Trade Agency, IFC (International Finance Corporation – World bank Group), Institut de l’économie circulaire, Les Eco Maires, MEDEF International, Ministère de l’Europe et des Affaires Etrangères, Ministère de la Transition écologique et solidaire, MVO Nederland (Ambassade des Pays-Bas), OPQIBI, Orée, Paris Region Entreprises, Perifem, PEXE-Les Eco-entreprises de France, PFE-Partenariat Français pour l’Eau, RenewableMatter, SFGP-Société Française de Génie des Procédés, Syntec Ingénierie, Tecniberia, The Shift Project, UN Environment, UNICEM, UPGE-Union des Professionnels du Génie Ecologique, Vivapolis, WGBC-World Green Building Council, World Climate Ltd., World Green Building Council, WRF-World Resources Forum.

CONDIVIDI