Home Demolizioni Demolito il cavalcavia di Porpetto sull’A4

Demolito il cavalcavia di Porpetto sull’A4

L'intervento nel tratto interessato dai lavori del terzo lotto della terza corsia. La nuova struttura sarà costruita in 300 giorni

Quattro «pinze» e un martello pneumatico in azione per demolire il cavalcavia numero 415 che da Porpetto porta a Corgnolo, scavalcando l’autostrada A4 Trieste-Venezia nel tratto interessato dai lavori del terzo lotto della terza corsia. L’intervento – riferisce Autovie Venete con una nota – ha richiesto la chiusura di un tratto autostradale tra Latisana e San Giorgio di Nogaro in entrambe le direzioni a partire dalle 21 di sabato.
Il cavalcavia demolito sarà ricostruito con una modalità che lo renderà più funzionale anche alla viabilità di collegamento esterna all’autostrada e sarà composto da tre campate e realizzato in acciaio e cemento armato. Lungo complessivamente quasi 100 metri, richiederà 300 giorni di lavoro.
Il traffico della viabilità esterna è stato deviato sul cavalcavia che collega la località di Pampaluna a quella di Corgnolo in direzione Venezia e sul cavalcavia Porpetto-Castello in direzione Trieste.

Nel caso della demolizione del cavalcavia, prima dell’intervento di pinze e martelli, dopo la rimozione del guardrail centrale, l’asfalto viene ricoperto da uno speciale telo sul quale viene steso uno spesso strato di materiale protettivo su entrambe le carreggiate.
Camion e pale lavorano in sequenza, scaricando il materiale e stendendolo accuratamente. Solo a quel punto entrano in azione le macchine per la demolizione che, anche in questa fase, lavorano contemporaneamente sbriciolando la struttura e asportandone le travi fino a quando cede la parte centrale.
È poi la volta delle «spalle» laterali e infine delle pile (le colonne). Il passaggio successivo prevede la rimozione delle macerie e la pulizia dell’asfalto.

FONTEmessaggeroveneto.gelocal.it
CONDIVIDI