Home News dalle Aziende Misurazione rapida e diretta dei gas aggressivi

Misurazione rapida e diretta dei gas aggressivi

I sistemi di lavaggio dei fumi sono frequentemente utilizzati per la desolforazione dei gas di combustione. Dopo aver lasciato l’impianto di rimozione della polvere, il gas di scarico entra in una torre in cui viene spruzzato un impasto a base di calcio (liquido di lavaggio, ad esempio calcare in acqua). A questo punto gli inquinanti gassosi sono disciolti nel liquido e, reagendo con il liquido stesso, formano solfiti e solfato di calcio, che vengono rimossi con la disidratazione e decantazione in un addensante. In alternativa, il solfito di calcio viene ossidato formando gesso e facendo gorgogliare aria compressa attraverso un impasto liquido di solfiti.

Per ottimizzare il processo di abbattimento degli inquinanti, massimizzando l’abbattimento stesso e, al contempo, minimizzandone i costi, è fondamentale misurare le concentrazioni di SO2 in ingresso (per un corretto dosaggio) e in uscita (per monitorare l’efficienza del sistema di lavaggio).

L’analizzatore in-situ GM32 di SICK è la soluzione ideale per la misurazione diretta di SO2, NO, NO2 e NH3, e di pressione e temperatura all’interno dei condotti di gas.

L’affidabilità e i bassi costi di manutenzione sia per bassi tenori di polveri che per alte concentrazioni abbattono i costi di gestione.

Anche i requisiti infrastrutturali richiesti sono minimi e riguardano solamente l’accesso al camino da almeno un lato. Non essendo richiesto l’uso di parti usurabili, come linee riscaldate per il trasporto dei gas e sistemi di condizionamento del campione, è possibile ottenere una sensibile riduzione dei tempi di risposta, una maggiore rappresentatività della misura, una riduzione sensibile dei consumi elettrici e dei componenti da manutenere e, quindi, dei consumabili necessari. Grazie alla possibilità dei dispositivi in-situ di essere verificati automaticamente senza il frequente bisogno di gas di calibrazione si ottimizzano, inoltre, i costi necessari per mantenere adeguate le prestazioni dei sistemi di analisi.

 

Per maggiori informazioni: www.sick.com

CONDIVIDI