Home News dalle Aziende Remtech Expo 2018 e il segmento Inertia: un percorso articolato e tante...

Remtech Expo 2018 e il segmento Inertia: un percorso articolato e tante novità 

Si è tenuta ieri, presso la sede di ATECAP a Roma, con il coordinamento di Stefano Cicerani, l’incontro del Comitato Scientifico di INERTIA, il segmento tematico di RemTech Expo (19-21 Settembre, Ferrara) dedicato ai temi della sostenibilità delle opere e del riutilizzo dei materiali.

Stazioni appaltanti, General contractor, Aziende, Strade, Autostrade, Ferrovie sono solo alcuni degli interlocutori coinvolti nel dibattito dell’autorevole Gruppo di Lavoro di cui fanno parte, i Ministeri, ISPRA, AssoArpa, ISS, ENEA, le Regioni, le ARPA, i Comuni metropolitani di Bologna, Milano, Torino, Napoli e Roma, le Università di Bologna, Roma (Sapienza), Milano (Politecnico), Pisa, e l’Università Politecnica delle Marche, le Associazioni tra cui, Alig, Ance, Anpar, Atecap, Nad, Fise Unire,
Assoimmobiliare, Federesco, Confartigianato, Fondazione Ecosistemi, Reteambiente, Legambiente, ed HERA.
Sono davvero tanti gli spunti di riflessione, gli argomenti, le nuove proposte e le opportunità che sono emerse in occasione dell’incontro di ieri.

I temi focali già previsti in agenda per Settembre puntano a valorizzare le filiere del riutilizzo degli aggregati riciclati nelle costruzioni e nelle infrastrutture, i temi dell’urban mining, landfill mining, “giacimenti secondari”, macerie prodotte da eventi estremi. Si parlerà ancora di applicazione e di criteri minimi ambientali (CAM edilizia e CAM strade), EPD, certificazioni, demolizione selettiva e molto altro ancora. Verrà inoltre presentato, sempre a Ferrara, il primo position paper elaborato dal Gruppo di Lavoro che Enea rappresenterà il prossimo 21 Febbraio, al tavolo di E-CESP a Brussels.
Non mancheranno inoltre spunti importanti di carattere tecnico, tecnologico, casi eccellenti, key note lectures, premiazioni, Awards, Schools, Academy, Hub internazionali sul tema delle Innovative Technologies.

L’Agenda è ricca ed articolata e punta a favorire la condivisione della conoscenza, l’applicazione procedure semplici, chiare ed efficaci, le migliori tecnologie e naturalmente il riutilizzo di materiali sostenibili.

I punti di forza del programma sono la capacità di coniugare l’esposizione di idee, prodotti, progetti e soluzioni con momenti dedicati all’approfondimento, allo scambio, all’incontro fra domanda e offerta.
Delegazioni straniere, composte da interlocutori chiave, parteciperanno all’evento, come ogni anno, allo scopo di favorire l’avvio di relazioni e il confronto diretto tra le Parti. Tra i Paesi target extra Europei, ci saranno anche, Cina, India, Sudafrica, Brasile, Russia.

Durante l’anno, verranno inoltre organizzati step di avvicinamento e incontri propedeutici presso le principali sedi istituzionali, da cui emergeranno proposte, open dialogue e istant report, che agevoleranno il dibattito e le sintesi finali di Settembre. “Costruire un percorso che favorisca l’impiego degli aggregati riciclati e la sostenibilità ambientale delle opere, passando attraverso l’elaborazione di un documento integrato con procedure chiare, esempi virtuosi, eccellenze, proposte di miglioramento: sono queste le basi sulle quali intendiamo costruire non solo una grande manifestazione ma anche una solida piattaforma da cui rilanciare il mercato ” sono le parole di Stefano Cicerani al termine dell’incontro

CONDIVIDI