Home Bonifiche Speciale energia: Saipem si aggiudica nuovo contratto Eprd nel Mare del Nord...

Speciale energia: Saipem si aggiudica nuovo contratto Eprd nel Mare del Nord per Bp

Saipem Limited, controllata di Saipem SpA, si è aggiudicata un nuovo contratto nel Mare del Nord che prevede l’impiego della nave per i carichi pesanti Saipem 7000, consolidando ulteriormente la presenza di Saipem in quest’area altamente strategica in cui la società vanta una lunga storia.

Lo riferisce un comunicato di Saipem. Situato nella sezione britannica del Mare del Nord, il progetto è un contratto “Eprd” (engineer, procure, remove and dispose) per decommissioning e rimozione di topside e jacket della piattaforma Miller di British petroleum.

La Saipem 7000 è una delle navi tecnologicamente più avanzate della flotta Saipem. Dotata di un sistema di posizionamento dinamico, ha una capacità di sollevamento di 14 mila tonnellate ed è in grado di posare condotte sottomarine in acque ultra profonde. L’utilizzo della Saipem 7000 per progetti quali il Miller Project elimina la necessità di bettoline da carico aggiuntive, consente di condurre le operazioni in modo più sicuro e in condizioni meteorologiche meno limitanti.

Negli ultimi dieci anni, Saipem ha realizzato diversi e importanti progetti di decommissioning, fra i quali il decommissioning del giacimento di gas di Frigg e, più di recente, la rimozione del jacket 2/4 S e del ponte 2/4 G del giacimento di Ekofisk. Saipem Limited, attualmente impiega oltre 800 persone, opera nel Regno Unito dal 1983 con uffici a Londra e Aberdeen, e si occuperà del project management, dell’ingegneria e delle attività operative. Per il 2017 la Saipem 7000 ha contratti per eseguire attività di trasporto e installazione di topside, decommissioning e progetti di energie rinnovabili nel Mare del Nord.

Saipem, tramite la sua controllata Saipem Limited con sede nel Regno Unito, è soddisfatta di questo ulteriore passo avanti nel mercato del decommissioning grazie al progetto Eprd Miller di BP. Questo contratto valorizza la nostra esperienza nella realizzazione con successo e in sicurezza di progetti di decommissioning negli ultimi anni. Se a ciò si aggiunge l’esperienza di Saipem nel settore delle energie rinnovabili, si consolida ulteriormente la diversificazione del Gruppo nonché il nostro contributo ai clienti nella rimozione sicura, ecologica ed economicamente sostenibile di infrastrutture datate nei paesi in cui operiamo”, ha dichiarato Stefano Porcari, executive vice president della BU Offshore di Saipem.

FONTEagenzianova.com
CONDIVIDI