Home Bonifiche 17 milioni per la bonifica del Sin di Biancavilla, accordo siglato

17 milioni per la bonifica del Sin di Biancavilla, accordo siglato

sin_biancavilla
Fonte: https://www.minambiente.it/comunicati/bonifiche-sottoscritto-accordo-di-programma-sin-biancavila

Firmato l’accordo di programma per la bonifica del Sin di Biancavilla. L’atto sottoscritto da ministero dell’Ambiente, Regione Sicilia e comune di Biancavilla stanzia circa 17 milioni di euro per gli interventi di messa in sicurezza permanente e ripristino ambientale dell’area di cava Monte Calvario.

L’area che sarà sottoposta a bonifica è un vasto territorio caratterizzato dalla presenza di una pericolosa e dannosa fibra di amianto: la fluoro-edenite, che negli anni ha causato morte e malattie alla popolazione. Il recupero è finalizzato a restituire Monte Calvario come parco fruibile.

Gli interventi di bonifica sono affidati alla regione siciliana, in qualità di soggetto responsabile unico dell’attuazione, e al comune di Biancavilla, soggetto attuatore. Le risorse assegnate hanno anche una scadenza di spesa: entro il 2025.

“La sottoscrizione dell’accordo rappresenta un passo importante per la bonifica di una delle aree più critiche presenti nel Sin, istituito nel 2001 – sottolinea in nota il ministro Sergio Costa – Si potrà avviare così la decontaminazione dall’amianto. Una delle sostanze cancerogene più infide e pericolose. La Sicilia e l’Italia tutta hanno bisogno di bonifiche. Le bonifiche del Paese, buchi neri che aspettano una soluzione da decenni, sono una priorità. Proprio per questo ho creato al ministero una direzione ad hoc. Il lavoro è enorme. Ma interloquendo con gli enti locali, le aziende e i territori ce la faremo”.

La Giunta comunale ha inserito all’interno dello schema del Piano Triennale delle Opere pubbliche la previsione degli interventi da effettuare. “Il documento di fattibilità dell’intervento è già stato inoltrato al Ministero – annuncia il sindaco di Biancavilla Antonio BonannoAbbiamo messo in atto una ulteriore azione di collaborazione con la Regione e il Ministero all’Ambiente mediante la programmazione di interventi per la messa in sicurezza permanente del tessuto urbano, ovvero, intonaci delle facciate degli edifici pubblici e soprattutto privati. Il documento sarà ora oggetto di pareri da parte degli organi scientifici preposti: Inail, Istituto Superiore della Sanità, Ispra, Arpa, Asp”. Il ministero dovrà sottoscrivere a sua volta gli atti. A quel punto la palla passerà al Comune che si occuperà dell’esecuzione dei lavori.

Dopo Biancavilla sarà la volta degli accordi di Milazzo, Gela e Priolo, nell’ambito del piano che ha destinato alla Sicilia da 150 milioni di euro per la bonifica di grandi siti inquinati.

Il Piano di bonifica da amianto – previsto nel secondo Addendum al Piano operativo Ambiente approvato dal Cipe nel 2016 e adottato adesso con un provvedimento dalla Direzione generale competente del ministero dell’Ambiente – prevede 385 milioni di euro per la bonifica dall’amianto negli edifici pubblici, in particolare per la rimozione e lo smaltimento nelle scuole e negli ospedali.

CONDIVIDI